Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Fabbricati rurali e locazione fondo agricolo

  1. #1
    LB1967 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    394

    Question Fabbricati rurali e locazione fondo agricolo

    Terreno Agricolo dato in locazione (libero mercato) dal proprietario non coltivatore diretto ad Azienda Agricola
    Erano compresi Fabbricati Rurali che con decorrenza 12/10/2012 hanno assunto rendita catastale (prima era a zero nel catasto Terreni)

    Riporto i dati estratti dalle visure Catastali:
    dal Catasto TERRENI :
    In data 03/10/2012 si verifica il “passaggio” da Fabbricato Rurale a “ente Urbano” (che sarebbe la classificazione senza rendita per i terreni su cui sorgono i Fabbricati in genere)
    Dal Catasto FABBRICATI
    In data 12/10/2012 COSTITUZIONE di n. 2 Fabbricati
    1= Categoria D/10 (Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole.)
    2= Categoria A/3 (Abitazioni di tipo economico)

    L’immobile A/3 mi risulta essere sempre in affitto al C.D. che conduce i terreni ma poi di fatto è abitato dalla vedova del conduttore precedente (anch’esso C.D.) che presumo abbia la pensione di reversibilità del marito …
    L’Accatastamento in A/3 è stato fatto perché con la procedura “docfa” i geometri non possono attribuire la categoria A/6 di loro iniziativa ma devono attribuire “provvisoriamente” la qualifica di Abitazione (civile – economica o altro) e nell’ambito della stessa procedura richiedono al Catasto la riclassificazione in A/6
    Sino a che il Catasto non procede la categoria risulta A/3
    Ai fini IMU nel 2012 sono stati considerati 12 mesi di possesso per entrambi

    Ai fini IRPEF come mi comporto ??

    Per i TERRENI IRPEF dovuta in quanto c’è la locazione
    Imponibile = Redd.Dom. rivalutato all’80% x 365 GG possesso X percentuale di proprietà


    Per i FABBRICATI IRPEF dovuta in quanto c’è la locazione ?

    Il contratto di Affitto risulta essere stipulato “ a mezzo di Accordo ai sensi art. 45 Legge 203/1982”
    Che Sarebbe quella che regola l’affitto dei FONDI RUSTICI

    Nell’OGGETTO DEL CONTRATTO SI PARLA DI “FONDO SITO NEL COMUNE DI …della superficie complessiva di mq…”
    e nel conteggio del totale dei metri sono comprese le superfici dei Fabb.rurali che all’epoca erano a rendita zero nel catasto terreni
    visto che sul contratto di Affitto si parla di un tot al metro quadro
    100% Canone annuo totale : totale mq = canone unitario al mq
    Mq dei 2 Fabbricati X canone unitario = canone annuo dei 2 fabbricati
    MA Da questo conteggio per i fabbricati risulta un canone IRRISORIO per cui non vorrei che scrivendo l’importo in dichiarazione poi l’Ade rompa le scatole che è inadeguato, inverosimile o altro ….
    Se invece si calcola col metodo del riparto proporzionale in base alla Rendita allora è “squilibrata” la parte relativa ai terreni, che in effetti costituiscono la parte principale del contratto ma che a livello “Reddito dominicale” sono ovviamente di molto inferiori ai fabbricati

    VOI CHE FARESTE ?

    Codice Utilizzo 9 per i Fabbricati al posto del 3 indicando comunque il Reddito (rendita cat. Rival) come IMPONIBILE ?
    Possesso : 365 gg oppure 2 righi il primo per il periodo 01/01-11/10 rendita ZERO e il secondo per il periodo 12/10-31/12 Rendita attribuita ?

    Aiuto….

  2. #2
    ReMac è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    1

    Predefinito

    La mia situazione è pressochè analoga a quella sopra.

    Affitto di fondo rustico comprensivo di immobile accatastato A/3 ma non utilizzato dal conduttore (IAP), che risiede altrove. Per tali ragioni l'immobile non ha i requisiti di ruralità ai sensi dell'articolo 9 dl 557/1993.

    Per lo stesso immobile l'IMU versata non ha effetto sostitutivo dell'IRPEF, in quanto affittato, come spiegato dalla Circolarte 5/E del 11/03/2013.

    La Risoluzione 340 del 23/11/2007, per caso in verità non proprio analogo, dispone che in caso di affitto di immobile ex rurale ma che ha perso i requisiti di ruralità, lo stesso deve essere tassato secondo quanto previsto da comma 4 dell'articolo 37 del TUIR. Del resto già la Circolare 50/E del 20/03/2000 aveva affermato che la rendita attribuita in catasto ai fabbricati in questione assume rilievo se vengono a mancare i requisiti di ruralità.

    Non mi pare del resto applicabile l'art. 70 del TUIR essendo comunque l'immobile in questione iscritto in catasto.

    Mi rimangono alcuni dubbi:

    1- Come ripartire tra fabbricato e terreni il canone di affitto, omnicomprensivo. Io ho scelto una ripartizione proporzionale sulla base di reddito dominicale e rendita catastale, ma è una scelta del tutto soggetiva.

    2- COSA NE DIRA' L'ADE di canoni così bassi?

    3- E se l'immobile affittato fosse in ristrutturazione per essere destinato ad agriturismo voi lo considerereste rurale o applichereste l'articolo 70?

    Grazie

Discussioni Simili

  1. imu fabbricati rurali
    Di nadir nel forum Enti Locali
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 12-12-12, 08:03 AM
  2. Ici fabbricati rurali
    Di LELLA77 nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-06-11, 08:48 PM
  3. fabbricati rurali
    Di alessio72 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-06-10, 05:01 PM
  4. Fabbricati Rurali
    Di mbillon nel forum Altri argomenti
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 28-02-08, 05:05 PM
  5. fabbricati rurali
    Di falcowa nel forum Altri argomenti
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-11-07, 04:17 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15