Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: italiano, reddito estero

  1. #1
    ocram è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    3

    Predefinito italiano, reddito estero

    Buonasera

    ho un dilemma al quale non riesco a dare una risposta C E R T A, spero possiate aiutarmi , quindi :

    sono italiano , residente in Italia, e lavoro per una società italiana; per un certo periodo di tempo, ho però lavorato in UK per la controlla UK della suddetta società , percependo quindi parte dello stipendio dalla capogruppo italiana e parte dalla controllata inglese, il primo versato su un conto corrente italiano , il secondo su un c/c inglese ; le società , in entrambi i casi, fungevano da sostituto d'imposta , solo che la prima col fisco italiano , la seconda, chiaramente, con quello inglese.

    Ora il punto è questo: io vorrei , avendo lasciato l'Inghilterra, portare tutti i miei risparmi sul mio c/c italiano, so di dover pagare l'IVAFE , segnando l'importo del trasferimento nel quadro RW della dichiarazione, ma mi chiedo : devo pagare altre tasse ? c'è la possibilità che venga segnalato come evasore ( quando chiaramente non lo sono stato) e , quindi, incappare in qualche multa?

    vi ringrazio anticipatamente.

  2. #2
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Se residente in Italia, i redditi esteri devono essere dichiarati in Italia, recuperando le eventuali imposte pagate all'estero. Da quanto leggo, il problema non sembra tanto patrimoniale (quindi relativo a IVAFE e quadro RM e RW), quanto reddituale.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  3. #3
    ocram è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    3

    Predefinito

    innanzitutto ti ringrazio per la risposta,

    Sono comunque tenuto a pagare l'IVAFE, però la domanda riguarda il reddito, ossia riportando quel capitale in Italia , questo diverrebbe oggetto di tassazione ai fini IRPEF ( recuperando il credito d'imposta) ? ossia , dal momento che lo riporto in dichiarazione , dovrò , il prossimo anno,pagare le tasse ma in quali termini? ...questo capitale si andrà a sommare totalmente al mio reddito 2013 ?

  4. #4
    Niccolò è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Firenze
    Messaggi
    7,510

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ocram Visualizza Messaggio
    innanzitutto ti ringrazio per la risposta,

    Sono comunque tenuto a pagare l'IVAFE, però la domanda riguarda il reddito, ossia riportando quel capitale in Italia , questo diverrebbe oggetto di tassazione ai fini IRPEF ( recuperando il credito d'imposta) ? ossia , dal momento che lo riporto in dichiarazione , dovrò , il prossimo anno,pagare le tasse ma in quali termini? ...questo capitale si andrà a sommare totalmente al mio reddito 2013 ?
    No. Il capitale che rientra sarà soggetto solo a comunicazione RW, mentre il patrimonio finanziario posseduto all'estero nel 2012 sarà soggetto a IVAFE.
    Il dubbio legato ai redditi si riferisce ai compensi percepiti in Inghilterra e (presumo) poi non dichiarati in Italia.
    Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande. (Nagib Mahfuz)
    Se le cose fiscali fossero semplici, chi avrebbe bisogno del Commercialista? (..)
    Niccolò

  5. #5
    ocram è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Niccolò Visualizza Messaggio
    No. Il capitale che rientra sarà soggetto solo a comunicazione RW, mentre il patrimonio finanziario posseduto all'estero nel 2012 sarà soggetto a IVAFE.
    Il dubbio legato ai redditi si riferisce ai compensi percepiti in Inghilterra e (presumo) poi non dichiarati in Italia.
    perfetto, il mio dubbio è proprio questo ossia il capitale che rientra non è altro che il reddito percepito in UK , quindi come verrà considerato?

    ora, tra l'altro , mi sorge un altro dubbio : dal momento che è probabile ( devo controllare la dichiarazione) che nel 2012 non abbia pagato l'IVAFE ( di 34 euro) per quel capitale, sono suscettibile di una multa ( che so essere molto ingente) ?
    Cioè trasferendo in Italia non esplicito però da quanto detenevo quel capitale, anche se è facile risalirne alle origini dal momento che il governo britannico ha tutta la documentazione in merito, non sono grandi cifre, però sono certo che la banca darà seguito a segnalazione , come spesso avviene, quando entrano capitali dall'estero. Insomma sono preoccupato di incappare in qualche gabola nonostante abbia sempre agito in regola.
    Ultima modifica di ocram; 06-06-13 alle 04:53 PM

Discussioni Simili

  1. Italiano residente estero iscritto AIRE e telelavoro con l'Italia per ditta italiana
    Di edgarbangkok nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-02-13, 10:06 AM
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-10-11, 02:30 PM
  3. servizio fotografico reso da italiano a dubai ma fatturato a cliente italiano
    Di PATTYMAC nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-02-11, 08:56 PM
  4. Cittadino italiano residente estero
    Di e.ma nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-12-10, 10:34 AM
  5. Lavoratore italiano all'estero
    Di Patty76 nel forum Consulenza del lavoro
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 17-12-09, 09:43 AM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15