Salve a tutti,
vorrei chiedervi un parere su un caso che mi è capitato da poco..e dato che c'è tempo per la denuncia dei redditi voglio fare le cose per bene.

Due miei clienti (coniugi), braccianti agricoli hanno ottenuto nel 2012 (relativa al 2011) una DS Agr per 430€ lordi per 20 giorni con relativo CUD, erroneamente in quanto le giornate agricole erano 101...

Tuttavia nel 2013 sono riusciti ad ottenere, con il mio aiuto, le 81 giornate mancanti, in modo tale che l'INPS ha pagato la differenza della DS Agricola non pagata nel 2011 ((1341 €), con trattenute IRPEF pari a 400,44 € .

Ora il problema : la somma totale di 2132 € è stata inserita nel CUD al n. 351 (tassazione separata - "compensi arretrati per i quali è possibile fruire delle detrazioni") e al n. 353 ("totale ritenute operate") la somma di € 491.

Quindi in totale ha percepito per 101 giorni la somma di 1771 € . ...a conti fatti mancano proprio le 400 € d'IRPEF.

Volevo chiedere : dato che le trattenute irpef si sono avute, (a differenza di ciò che succede ultimamente in cui l'INPS non trattiene nulla sul CUD ma poi lascia all'assistito se fare la dichiarazione o meno), come fa il mio assistito a recuperare tale somma con la dichiarazione dei redditi (dato che la cosa è successo sia a lui che a sua moglie) ?

Inoltre, non mi è mai capitato la dichiarazione dei redditi non va fatta ma ci pensa l'AdE? Come mi devo comportare? Si può chiedere all'AdE una dichiarazione in cui si dice che quel reddito deriva dal 2011 e non pagare come invece dovrebbe avvenire (per ciò che ho letto in giro?)

Ringrazio chiunque vorrà aiutarmi a capire essendo la mia prima esperienza al riguardo.