Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: spese immobile promiscuo

  1. #1
    steclick è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    10

    Thumbs up spese immobile promiscuo

    Salve a tutti,
    sottopongo a chi voglia esprimere il proprio parere la seguente questione:

    professonista al primo anno di attività (2007) che conduce in comodato un apppartamento uso promiscuo (abitazione/studio). Nel momento in cui sostiene spese di ammodernamento e ristrutturazione sia incrementative del voler dell'immobile sia non incrementative, come devono essere trattate le une e le altre ai fini delle imposte dirette e IVA. il problem a nasce in particolare perchè non vi è alcuna possibilità di capitalizzare spese non essendo l'immobile iscritto come bene strumentale (è in comodato gratuito). Le spese non incrementative, poi, si deducono per cassa la 50% oppure secondo il limite del 5% e il resto nei 4 anni successivi?

  2. #2
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    Per gli immobili utilizzati promiscuamente è deducibile una somma pari al 50% della rendita catastale a condizione che il professionista non disponga nello stesso comune di un altro immobile ad uso esclusivamente professionale ed il relativo reddito fondiario concorra a formare il reddito complessivo del professionista.
    Le spese per i servizi relativi a tali immobili comprese quelle relative all’ammodernamento, ristrutturazione e manutenzione, che per le loro caratteristiche non possono essere portate ad incremento del costo dell’immobile (cd. spese capitalizzabili) sono deducibili nella stessa misura.

  3. #3
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,990

    Predefinito

    Sulla questione si è espresso il Cndcec, in una "circolare" di qualche giorno fa.

    ciao

    Citazione Originariamente Scritto da steclick Visualizza Messaggio
    Salve a tutti,
    sottopongo a chi voglia esprimere il proprio parere la seguente questione:

    professonista al primo anno di attività (2007) che conduce in comodato un apppartamento uso promiscuo (abitazione/studio). Nel momento in cui sostiene spese di ammodernamento e ristrutturazione sia incrementative del voler dell'immobile sia non incrementative, come devono essere trattate le une e le altre ai fini delle imposte dirette e IVA. il problem a nasce in particolare perchè non vi è alcuna possibilità di capitalizzare spese non essendo l'immobile iscritto come bene strumentale (è in comodato gratuito). Le spese non incrementative, poi, si deducono per cassa la 50% oppure secondo il limite del 5% e il resto nei 4 anni successivi?

  4. #4
    vincenzo0 è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    524

    Predefinito

    Ed infatti tale circolare ha confermato quanto da me riportato in un articolo redatto per gli abbonato del C.T..
    In particolare, tale circolare recita:

    "Per quanto concerne gli immobili adibiti promiscuamente all’esercizio dell’arte o professione e all’uso personale
    o familiare del contribuente, la legge finanziaria per il 2007 è intervenuta esclusivamente su quelli acquisiti in
    locazione finanziaria. Ai sensi del riformulato comma 3 dell’art. 54 del TUIR42, per tali immobili è ora
    deducibile “un importo pari al 50 per cento del relativo canone”, mentre per quelli in proprietà43 resta confermata la
    deducibilità del 50 per cento della relativa rendita catastale."

  5. #5
    L'avatar di danilo sciuto
    danilo sciuto è offline Administrator
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Catania
    Messaggi
    33,990

    Predefinito

    Ricordo che la circolare parla anche degli immobili che non sono nè di proprietà, nè in leasing.

    ciao

    Citazione Originariamente Scritto da vincenzo0 Visualizza Messaggio
    Ed infatti tale circolare ha confermato quanto da me riportato in un articolo redatto per gli abbonato del C.T..
    In particolare, tale circolare recita:

    "Per quanto concerne gli immobili adibiti promiscuamente all’esercizio dell’arte o professione e all’uso personale
    o familiare del contribuente, la legge finanziaria per il 2007 è intervenuta esclusivamente su quelli acquisiti in
    locazione finanziaria. Ai sensi del riformulato comma 3 dell’art. 54 del TUIR42, per tali immobili è ora
    deducibile “un importo pari al 50 per cento del relativo canone”, mentre per quelli in proprietà43 resta confermata la
    deducibilità del 50 per cento della relativa rendita catastale."

  6. #6
    steclick è offline Junior Member
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    10

    Predefinito

    ora scarico la circolare...
    grazie

    buon lavoro

Discussioni Simili

  1. professionista - spese immobile ad uso promiscuo
    Di LadyMarmot nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 06-01-14, 08:07 AM
  2. Deducibilità di spese condominiali/utenze con immobile in uso promiscuo
    Di angelinge nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 04-01-13, 12:29 AM
  3. deduzione spese locazione immobile uso promiscuo: caso particolare
    Di armaduk nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-06-09, 05:42 PM
  4. immobile ad uso promiscuo?
    Di alessio72 nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-10-08, 06:08 PM
  5. immobile ad uso promiscuo
    Di PaoloG nel forum Altri argomenti
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-03-08, 04:21 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15