Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Incrocio CU - dichiarazione dei redditi

  1. #1
    LIGABUE è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Messaggi
    649

    Predefinito Incrocio CU - dichiarazione dei redditi

    Una srl ha certificato di aver pagato 4.000 € ad un libero professionista in regime dei minimi.
    Una fattura emessa dal professionista, recante data 29/12/2016, è stata però incassata a gennaio 2017.
    Io faccio dichiarare al professionista le altre fatture, ma non quella, che farà reddito nel 2017.
    Non è che poi ci saranno problemi con gli incroci, ossia con i famosi inviti alla compliance?
    Grazie.

  2. #2
    MrDike è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    709

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LIGABUE Visualizza Messaggio
    Una srl ha certificato di aver pagato 4.000 € ad un libero professionista in regime dei minimi.
    Una fattura emessa dal professionista, recante data 29/12/2016, è stata però incassata a gennaio 2017.
    Io faccio dichiarare al professionista le altre fatture, ma non quella, che farà reddito nel 2017.
    Non è che poi ci saranno problemi con gli incroci, ossia con i famosi inviti alla compliance?
    Grazie.
    Sicuramente la SRL ha disposto l'operazione di bonifico a fine anno (deducendo il costo ed emettendo poi relativa CU), mentre l'accredito è avvenuto nei primi giorni di gennaio 2017.

    Ad ogni buon conto, il regime fiscale della determinazione del reddito dei professionisti (anche riuniti in associazione) e in generale dei lavoratori autonomi è basato sul principio di cassa. Le ipotesi da considerare, diverse dal pagamento in contanti comprovato dalla data di quietanza, sono le seguenti:

    • Assegni circolari/bancari/postali: i compensi pagati con queste modalità devono considerarsi percepiti all'atto della materiale consegna del titolo dall'emittente al ricevente. Conseguentemente, non è determinante il giorno in cui l'assegno è versato in c/c, ovviamente anche se ciò dovesse verificarsi nell'anno successivo.

    • Bonifico bancario: i compensi pagati con questa modalità rilevano nella data in cui si riceve l'accredito sul proprio conto corrente. Si tratta della cosiddetta "data disponibile", cioè quella a partire dalla quale la somma di denaro accreditata può essere effettivamente utilizzata. Pertanto, a tal fine, non rileva nè la data valuta (dalla quale decorrono gli interessi), nè il momento in cui è stato emesso l'ordine di bonifico, nè tampoco quello in cui la banca informa il correntista dell'avvenuto accredito.

Discussioni Simili

  1. redditi non percepiti e dichiarazione dei redditi
    Di gattone0_0 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 03-07-17, 04:28 PM
  2. Spesometro, incrocio dei dati
    Di Gae79 nel forum IVA - Intrastat - SPESOMETRO - San Marino
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-04-14, 06:50 PM
  3. Modulo Controllo SDS ed incrocio F33-VE25
    Di ergo3 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-07-13, 10:56 AM
  4. Dichiarazione Redditi e redditi fabbricati
    Di manli02 nel forum UNICO/730 dichiarazione dei redditi
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-05-12, 12:06 PM

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15