Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Iva agevolata 10% attori

  1. #1
    ninacris10 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    5

    Predefinito Iva agevolata 10% attori

    Buongiorno a tutti, scrivo per avere un confronto in merito all’applicazione dell’Iva agevolata al 10% per quanto riguarda le prestazioni artistiche, mi spiego meglio: ho un cliente che fa il comico e quindi fa spettacoli teatrali o di intrattenimento. Lui emette fattura o all’organizzatore oppure all’agenzia che gli ha dato l’ ingaggio. In questo caso le sue prestazioni sono soggette all’Iva ordinaria al 22% oppure iva agevolata al 10%?
    Oltretutto mi risulta che con la legge di bilancio 2018 sia stata ampliata la possibilità di applicare l’IVA al 10 ma che fosse già esistente dal 2007.
    Però non mi è molto chiaro se l’artista che fattura all’agenzia o all’ente organizzatore deve applicare l’Iva ordinaria oppure quella agevolata.
    Resto in attesa di vostro riscontro, abbastanza urgente.

  2. #2
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    7,970

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ninacris10 Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti, scrivo per avere un confronto in merito all’applicazione dell’Iva agevolata al 10% per quanto riguarda le prestazioni artistiche, mi spiego meglio: ho un cliente che fa il comico e quindi fa spettacoli teatrali o di intrattenimento. Lui emette fattura o all’organizzatore oppure all’agenzia che gli ha dato l’ ingaggio. In questo caso le sue prestazioni sono soggette all’Iva ordinaria al 22% oppure iva agevolata al 10%?
    Oltretutto mi risulta che con la legge di bilancio 2018 sia stata ampliata la possibilità di applicare l’IVA al 10 ma che fosse già esistente dal 2007.
    Però non mi è molto chiaro se l’artista che fattura all’agenzia o all’ente organizzatore deve applicare l’Iva ordinaria oppure quella agevolata.
    Resto in attesa di vostro riscontro, abbastanza urgente.
    L’aliquora ridotta è applicabile unicamente nei contratti di scrittura connessi agli spettacoli teatrali (n. 119 della tabella IVA al 10%), oltrechè nei rapporti tra l’organizzatore degli eventi artistici e il pubblico; mentre risulta estraneo all’applicazione dell’aliquora ridotta il rapporto tra l’organizzatore e il produttore dello spettacolo. Così si è espressa la Cassazione nella sentenza n. 622 del 12/01/2018 stabilendo che rientrano nell’aliquota ridotta le attività spettacolistiche che si caratterizzano per il loro svolgimento davanti ad un pubblico, che ne è il diretto fruitore, e godono di un trattamento fiscale agevolato, disciplinato dall’art. 74 quater del medesimo decreto, che individua il momento in cui la prestazione si considera effettuata nell’inizio dell’esecuzione e prevede, quale documentazione fiscale, il biglietto di accesso allo spettacolo e non la fattura, sicché in esse, … non rientra la vendita di uno spettacolo dal produttore all’organizzatore …”. Per quanto attiene i contratti di scrittura il n. 119 della tabella IVA definisce tali solo i contratti stipulati tra organizzatori e artisti per l’esecuzione dello spettacolo, aventi a oggetto prestazioni caratterizzate da connotazione artistica, rese cioè da soggetti che forniscono un “apporto interpretativo o innovativo, di tipo personale e professionale, all’evento spettacolistico”.
    Ultima modifica di Enrico Larocca; 06-07-18 alle 09:28 AM
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  3. #3
    ninacris10 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    L’aliquora ridotta è applicabile unicamente nei contratti di scrittura connessi agli spettacoli teatrali (n. 119 della tabella IVA al 10%), oltrechè nei rapporti tra l’organizzatore degli eventi artistici e il pubblico; mentre risulta estraneo all’applicazione dell’aliquora ridotta il rapporto tra l’organizzatore e il produttore dello spettacolo. Così si è espressa la Cassazione nella sentenza n. 622 del 12/01/2018 stabilendo che rientrano nell’aliquota ridotta le attività spettacolistiche che si caratterizzano per il loro svolgimento davanti ad un pubblico, che ne è il diretto fruitore, e godono di un trattamento fiscale agevolato, disciplinato dall’art. 74 quater del medesimo decreto, che individua il momento in cui la prestazione si considera effettuata nell’inizio dell’esecuzione e prevede, quale documentazione fiscale, il biglietto di accesso allo spettacolo e non la fattura, sicché in esse, … non rientra la vendita di uno spettacolo dal produttore all’organizzatore …”. Per quanto attiene i contratti di scrittura il n. 119 della tabella IVA definisce tali solo i contratti stipulati tra organizzatori e artisti per l’esecuzione dello spettacolo, aventi a oggetto prestazioni caratterizzate da connotazione artistica, rese cioè da soggetti che forniscono un “apporto interpretativo o innovativo, di tipo personale e professionale, all’evento spettacolistico”.
    davvero grazie per la risposta, pertanto l'attore in questione che fattura all'agenzia che gli ha commissionato il lavoro continuerà ad applicare l'Iva ordinaria al 22%, corretto?
    Emetterebbe ricevute con aliquota agevolata solo se prendessi lui direttamente l'incasso del biglietto dal singolo spettatore.
    La ratio è questa?
    Resto in attesa e grazie ancora per la gentilezza.

  4. #4
    ninacris10 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    L’aliquora ridotta è applicabile unicamente nei contratti di scrittura connessi agli spettacoli teatrali (n. 119 della tabella IVA al 10%), oltrechè nei rapporti tra l’organizzatore degli eventi artistici e il pubblico; mentre risulta estraneo all’applicazione dell’aliquora ridotta il rapporto tra l’organizzatore e il produttore dello spettacolo. Così si è espressa la Cassazione nella sentenza n. 622 del 12/01/2018 stabilendo che rientrano nell’aliquota ridotta le attività spettacolistiche che si caratterizzano per il loro svolgimento davanti ad un pubblico, che ne è il diretto fruitore, e godono di un trattamento fiscale agevolato, disciplinato dall’art. 74 quater del medesimo decreto, che individua il momento in cui la prestazione si considera effettuata nell’inizio dell’esecuzione e prevede, quale documentazione fiscale, il biglietto di accesso allo spettacolo e non la fattura, sicché in esse, … non rientra la vendita di uno spettacolo dal produttore all’organizzatore …”. Per quanto attiene i contratti di scrittura il n. 119 della tabella IVA definisce tali solo i contratti stipulati tra organizzatori e artisti per l’esecuzione dello spettacolo, aventi a oggetto prestazioni caratterizzate da connotazione artistica, rese cioè da soggetti che forniscono un “apporto interpretativo o innovativo, di tipo personale e professionale, all’evento spettacolistico”.
    però mi perdoni, la prima parte della risposta la interpreto che il comico in questione per la sua prestazione di attore emette fattura alla società organizzatrice applicando iva al 22. in quanto applicherebbe iva a aliquota ridotta al 10 solo se vendesse direttamente il biglietto allo spettatore.
    La seconda parte della risposta dove tratta i contratti di scrittura, la interpreto che invece anche la fattura emessa dall'artista all'organizzatore debba essere emessa applicando aliquota ridotta..

  5. #5
    Enrico Larocca è offline Senior Member
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Matera, Italy
    Messaggi
    7,970

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ninacris10 Visualizza Messaggio
    però mi perdoni, la prima parte della risposta la interpreto che il comico in questione per la sua prestazione di attore emette fattura alla società organizzatrice applicando iva al 22. in quanto applicherebbe iva a aliquota ridotta al 10 solo se vendesse direttamente il biglietto allo spettatore.
    La seconda parte della risposta dove tratta i contratti di scrittura, la interpreto che invece anche la fattura emessa dall'artista all'organizzatore debba essere emessa applicando aliquota ridotta..
    L'aliquota agevolata riguarda il contratto di scrittura diretto. Chi scrittura l'attore ? L'organizzatore della manifestazione teatrale o l'agenzia di spettacolo ? Ebbene, in questo rapporto si applica il 10 % (n. 119 della tabella parte III del Decreto IVA). Ma il 10 % si applica anche nell'attività di biglietteria svolta dal gestore o proprietario del teatro nei confronti del pubblico (n. 123 tabella parte III del decreto IVA). Le attività funzionali alla preparazione dello spettacolo (allestimento delle scene, logistica delle attrezzature di spettacolo, servizi di gestione dell'impianto luci e audio, ecc.) che riguardano il rapporto tra organizzatore dell'evento ed agenzia di spettacolo, non possono fruire dell'aliquota agevolata, ma dovranno essere tassate al 22%.
    Unusquisque faber fortunae suae
    (Traduzione: Ognuno è artefice della propria fortuna)
    di Appio Claudio

  6. #6
    ninacris10 è offline Junior Member
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Messaggi
    5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Enrico Larocca Visualizza Messaggio
    L'aliquota agevolata riguarda il contratto di scrittura diretto. Chi scrittura l'attore ? L'organizzatore della manifestazione teatrale o l'agenzia di spettacolo ? Ebbene, in questo rapporto si applica il 10 % (n. 119 della tabella parte III del Decreto IVA). Ma il 10 % si applica anche nell'attività di biglietteria svolta dal gestore o proprietario del teatro nei confronti del pubblico (n. 123 tabella parte III del decreto IVA). Le attività funzionali alla preparazione dello spettacolo (allestimento delle scene, logistica delle attrezzature di spettacolo, servizi di gestione dell'impianto luci e audio, ecc.) che riguardano il rapporto tra organizzatore dell'evento ed agenzia di spettacolo, non possono fruire dell'aliquota agevolata, ma dovranno essere tassate al 22%.
    quindi in definitiva la fattura che emette l'attore all'agenzia di spettacolo o all'organizzatore dell'evento, sarà fatta con aliquota agevolata al 10%.

Discussioni Simili

  1. Spettacolo - Attori
    Di Grazia2109 nel forum CONSULENZA DEL LAVORO
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-06-14, 02:24 PM
  2. Iva agevolata
    Di PROFES nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 24-03-11, 11:46 AM
  3. iva agevolata
    Di PROFES nel forum Contabilità, bilancio e operazioni straordinarie
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-02-11, 11:45 AM
  4. iva agevolata 10%
    Di sifabbroni nel forum Altri argomenti
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-01-10, 09:04 PM
  5. Iva agevolata
    Di RAGGG. nel forum Altri argomenti
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 18-02-09, 05:50 PM

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15